headerphoto

 

<< <  Pagina 14 di 17  > >>

giu 14, 2009
Sin dalle sue origini l’uomo ha scrutato il Cielo ed è rimasto affascinato da uno spettacolo senza eguali: l’unico che poteva infondergli un profondo senso di assoluto e di divino.
Le origini dello studio del moto degli astri e dell’astrologia si perdono dunque nella notte dei tempi: è probabile che le tradizioni astrologiche più antiche risalgano a più di 8000 anni fa, in oriente nell’attuale penisola indiana e in Cina.
La culla dell’astrologia occidentale invece è senza dubbio la Mesopotamia, tra le fertili valli irrigate dai fiumi Tigri ed Eufrate.Le prime osservazioni del cielo nell’area mediterranea furono fatte da popoli di agricoltori come gli Egizi ed i Caldei al fine di potere stabilire con più precisione possibile l’inizio e la fine delle stagioni e poter programmare così le attività produttive allora principalmente legate all’agricoltura.

Siccome gli scopi dell’osservazione del Cielo erano principalmente legati alla lavorazione della Terra i primi moti celesti ad essere studiati furono quelli del Sole e della Luna poiché più direttamente collegati con il ciclo stagionale. Tuttavia anche il ritorno di alcune stelle in alcuni punti particolari del cielo e in determinati periodi dell’anno fu di grande interesse per i popoli del mediterraneo: la danza delle costellazioni e dei singoli asterismi forniva infatti un ottimo orologio annuale.

Ma com’era il cielo duemila anni prima di Cristo quando queste popolazioni, germe della civiltà odierna, lo osservavano? Cosa di così stupefacente può aver fatto identificare agli antichi il Cielo, e più in particolare gli Astri, con il concetto di divino?
Certamente il cielo degli Antichi era qualcosa del tutto diverso dalla visione pallida e offuscata dall’ingente inquinamento luminoso che si paventa oggi ai nostri occhi alzando la testa verso l’alto.

Il Cielo notturno, fino alla rivoluzione industriale, è stato una visione che offuscava qualsiasi dimensione terreste. Camminare sotto le stelle significava avere sopra il proprio capo una luce naturale che faceva da guida e che addirittura produceva ombre. (...)

(nell'immagine: Notte Boreale e Via Lattea di Elisabeth Mantovani) 
gen 24, 2009

CernunnosE’ iniziato, per coloro che seguono il calendario gregoriano, e cioè per la maggior parte della popolazione occidentale, un nuovo anno: il 2009.

Si tratta di un nuovo periodo su cui la maggior parte delle persone riversa stavolta grandi speranze ed aspettative.

In Astrologia questi prossimi dodici mesi saranno caratterizzati dall’influenza consistente dei segni dell’Acquario, del Capricorno ed infine anche dei Pesci. In questi segni non solo si trovano pianeti lenti

(...)

 Nella foto Cernunnos
di Elisabeth Mantovani
Acquerello e chine su carta di cotone

dic 1, 2008
 

hermit lunaea weatherstone(nella foto "the hermit "
di lunaea weatherstone)

Negli ultimi decenni, insieme alla riscoperta di una visione olistica dell’universo e del corpo umano, alla rivalutazione di scienze antiche, sia di tradizione occidentale che orientale, si è avvertita una grande necessità, per chi opera in questi ambiti di istituire università astrologiche, scuole di certificazione per operatori “olistici”, di creare insomma una sorta di sistema educativo parallelo a quello della scienza e della medicina ufficiali e spesso in diretta concorrenza con questi settori.
Secondo la mia esperienza tuttavia, si tratta di una conoscenza e di una pratica che, nella società, hanno un ruolo del tutto diverso, un ruolo che non può sostituire, essere paragonato o confuso con quello della scienza empirica e della medicina allopatica, anche se, in certi casi, (come per tutti i settori dello scibile umano d’altronde), questi campi possono interagire ed integrarsi.

 

Eventi

Eventi futuri

TaroT - Storia Arte e Alchimia

Data: 25 Ottobre 2017
Dettaglio:
Da Mercoledì 25 Ottobre
 
TaroT

Storia, Arte e Alchimia

con Elisabeth Mantovani

Storia e evoluzione dei Tarocchi
i vari mazzi di Tarocchi, i cicli pittorici, le miniature, il loro significato allegorico ed esoterico.
Un metodo straordinario per sviluppare l'intelligenza analogica.
I Tarocchi: un percorso iniziatico celato setto le sembianze di un gioco.
L'utilizzo dei Tarocchi dal Medioevo ai nostri giorni.
Pratiche e metodi di meditazione.


Gringonneur:
Programma del corso:
Che cosa sono i Tarocchi?
Chi ci conosce bene sa che da oltre 15 anni la nostra scuola
tiene corsi di qualità su questo argomento facendo luce e chiarezza
sulla genesi delle carte, sui vari tipi di mazzi, su quando e come nasce
l'uso divinatorio dei medesimi, sulla differenza tra meditazione e divinazione.
Aprendo l'allievo alla consapevolezza e alla Libertà di scelta
che solo una buona informazione può dare.
Per non arrancare nella confusione e nel fraintendimento LaRoseNoire
propone una serie di lezioni che resterà per lungo tempo nella memoria dei partecipanti.

Durante il Corso cercheremo di sondarne l'universo sterminato,
imparando ad utilizzarli come una chiave di lettura dell'esistenza umana ed individuale,
come uno straordinario mezzo per meditare e per sviluppare il nostro intuito attraverso
il loro potere divinatorio, infine, come una delle più importanti
chiavi di accesso al corretto uso dell'Immaginazione.

  Il corso è comprensivo di dispense illustrate
Attestato a fine corso

per informazioni ed iscrizioni:
info@larosenoire.it

tel.3391196575

Potete contattare Elisabeth Mantovani scrivendo a:
info@elisabethmantovani.com

 



Licenza Creative Commons
Elisabeth Mantovani Art&Esoteric Science by Elisabeth Mantovani is licensed under a Creative Commons Attribuzione - Non commerciale - Non opere derivate 2.5 Italia License.
Based on a work at
www.elisabethmantovani.com.
Permissions beyond the scope of this license may be available at
http://www.elisabethmantovani.com.

Elisabeth Mantovani

Elisabeth Mantovani

Astrologa, pittrice, esperta di Arte e Simbolismo
Guida Turistica della Regione Emilia Romagna.


Il mio percorso e le mie
attività.
Mi interesso sin da giovanissima allo studio dei simboli e all’Arte.
Ho iniziato il mio percorso all’interno degli insegnamenti esoterici avvicinandosi all’arte simbolica di fine ottocento, in particolare all’arte visionaria di Blake, al misticismo e al modo di concepire il fare pittorico dei prerafaelliti.

segue>>